Prato: PratoLirica chiede l’intitolazione di strade a grandi della lirica

L’Associazione Amici della Musica – Pratolirica è attiva nella conservazione e diffusione della cultura musicale nell’Area Vasta che va da Firenze a Pistoia.

 Per questo organizza, avvalendosi della collaborazione di enti pubblici (provincia, comunità montana, comune e circoscrizioni) e di privati :

·concerti, preascolti e lezioni a tema in tutta le province;

·soci e simpatizzanti per presenziare a concerti e performances operistiche in tutta Italia, a volte anche in altri paesi europei;

·il premio Prato–Iva Pacetti dedicato a voci emergenti per il teatro musicale.

Tra le cose alle quali Pratolirica, nel perseguire i suoi fini statutari, si dedica, vi è quella di non far dimenticare quei personaggi del mondo musicale che per la loro attività si sono resi degni del ricordo e della gratitudine dei posteri.

Così a suo tempo l’Associazione chiese, ed ottenne, la dedica di una via cittadina al soprano pratese Iva Pacetti che cantò più volte con Beniamino Gigli, e, più tardi, al maestro Luciano Bettarini.

Ci sono ancora due persone, al cui nome Pratolirica ha chiesto, a suo tempo, all’ufficio toponomastica del Comune di Prato: di voler dedicare una via o un altro sito cittadino a Renata Tebaldi, ed allo scrittore ed eminente critico musicale Massimo Mila. Per quest’ultimo ha agito congiuntamente con il Club Alpino Italiano del quale Mila era socio, essendo un validissimo scalatore.

Ora PratoLirica ha portato un nuovo nome all’attenzione dell’Ufficio Toponomastica di Prato: quello del professor Omero Vallecorsi, valente musicista pratese del periodo a cavallo tra l’800 ed il 900.

Quest’ultima richiesta, nata dall’Associazione FareArte e da Pratolirica, è firmata anche dal prof. Ponzecchi, direttore della scuola comunale di musica Giuseppe Verdi.

  

Prato: PratoLirica chiede l’intitolazione di strade a grandi della liricaultima modifica: 2009-02-17T19:32:00+00:00da minobezzi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento